martedì 28 ottobre 2014

Expo 2015: PROROGA Bando Regione Emilia Romagna per azioni promozionali di imprese, ATI, reti e consorzi

Expo 2015 - Padiglione Italia a Milano

La Regione Emilia-Romagna favorisce, attraverso lo stanziamento di risorse a sostegno della promozione delle eccellenze regionali, la partecipazione di PMI in forma singola, Associazioni Temporanee di Imprese, Reti di impresa e Consorzi ad eventi connessi all'Esposizione universale 2015 di Milano. Sono previsti contributi a fondo perduto in percentuale (30/40%) sulla spesa ammissibile per azioni promozionali da realizzare in contemporanea con Expo 2015.

Scadenza per la presentazione delle domande: PROROGATA AL 28 NOVEMBRE 2014

Sommario

1. Obiettivi
2. Beneficiari
3. Oggetto dell'agevolazione
4. Spese ammissibili
5. Spese non ammissibili
6. Criteri di priorità
7. Tipologia ed entità dell'agevolazione
8. Presentazione e valutazione delle domande
9. Liquidazione del contributo
10. Collegamenti

Logo Expo Milano 2015

1. Obiettivi

Supportare le PMI dell'Emilia-Romagna, sia singolarmente che in forma aggregata, nella realizzazione di azioni promozionali nel periodo, di durata dell'Expo 2015, compreso fra il 1 Maggio ed il 31 Ottobre 2015.

2. Beneficiari

Piccole e medie imprese fra loro indipendenti, con sede legale od operativa in Emilia-Romagna, appartenenti a tutti i settori di attività ad eccezione di agricoltura, commercio, turismo, finanza, immobiliare, altri servizi (per una disamina più approfondita delle attività ammesse si veda l'Appendice 1 al bando), attive almeno dal 30/12/2012, partecipanti al bando in una delle seguenti forme:

1) Impresa singola,
2) Associazione Temporanea di Impresa (ATI), già costituita, composta da un minimo di 3 PMI partecipanti all'ATI ciascuna con quota non inferiore al 10% (il mandatario deve essere una delle PMI dell'ATI),
3) Rete di imprese (ai sensi del comma 4-ter dell'art. 3 del DL n. 5/2009), già costituita, composta da un minimo di 3 PMI (il capofila deve essere una delle PMI della rete),
4) Consorzio export regionale che abbia ottenuto o fatto domanda di accreditamento "entry level" alla Regione Emilia-Romagna, composto da almeno 8 imprese (5 se artigiane).

3. Oggetto dell'agevolazione

Realizzazione di eventi e iniziative promozionali rivolte ai mercati esteri - da svolgersi esclusivamente in Emilia-Romagna - in concomitanza dell'Expo Milano 2015 dal 1 Maggio al 31 Ottobre 2015:

- workshop
- seminari
- incontri d'affari
- degustazioni
- sfilate
- visite aziendali
- altre attività mirate e occasionali di promozione verso operatori specializzati esteri (buyers, distributori, etc.).

4. Spese ammissibili

- Di importo complessivo compreso fra un minimo di 20.000 euro (impresa singola) o 45.000 euro (ATI, rete o consorzio) ed un massimo, rispettivamente, di 35.000 o 80.000 euro

- Riferite ad eventi o attività svolti fra il 1 Maggio ed il 30 Ottobre 2015, fatturate (salvo casi debitamente motivati per anticipazione spese voli, viaggi o prenotazioni) nel periodo compreso fra il 1 Aprile ed il 30 Novembre 2015;

- Attestate da fatture intestate all'impresa singola, al Consorzio, al mandatario/capofila e/o ad una delle imprese dell'ATI/rete;

- Integralmente quietanzate entro il 31 Gennaio 2016;

- Riguardanti:
  • Organizzazione di esposizioni, degustazioni, dimostrazioni e visite aziendali,
  • Affitto e allestimento dell'area espositiva, noleggio attrezzature, dotazioni, etc.
  • Trasporto materiali e prodotti, compresa assicurazione,
  • Hostess e interpreti,
  • Produzione materiali in lingua estera per la promozione dell'evento (brochure, inviti, newsletter, sito) (max 10% del costo totale),
  • Accoglienza delegazioni partecipanti all'evento (viaggio, vitto, alloggio, trasporti interni),
  • Acquisto spazi pubblicitari su media,
  • (solo per ATI e reti)  Spese di coordinamento in capo al mandatario/capofila (max 5%) e spese notarili (solo se la costituzione è avvenuta dopo il 30/06/2014).

5. Spese non ammissibili

- Partecipazione a fiere,
- Spese di personale,
- Spese generali,
- Spese di viaggio, vitto e alloggio di personale,
- Spese doganali,
- Spese di affitto permanente di spazi,
- Spese per la commercializzazione dei prodotti.

6. Criteri di priorità

- Priorità alle domande dei Consorzi, ATI e reti rispetto a quelle delle imprese singole
- Connessione del progetto presentato con i temi di Expo 2015
- Collegamento con altri eventi dei settori turismo, enogastronomia ed agricoltura
- Focalizzazione su un solo Paese target
- Focalizzazione di oltre il 70% del budget su un Paese extra-europeo
- Collegamento con iniziative promosse da istituzioni ed enti dell'Emilia-Romagna

7. Tipologia ed entità dell'agevolazione

Contributo a fondo perduto - in regime de minimis - pari a:
  • Per le singole PMI: 30% della spesa ammissibile (contributo massimo: Euro 10.500),
  • Per le ATI, reti e consorzi: 40% della spesa ammissibile (contributo massimo: Euro 32.000).
8. Presentazione e valutazione delle domande
  • Invio per PEC al Servizio SPRINT della Regione Emilia-Romagna dalle ore 9 del 15 Settembre 2014 alle ore 17 del 28 Novembre 2014,
  • Valutazione delle domande entro il 22 Gennaio 2015.
9. Liquidazione del contributo

In unica soluzione a saldo, dietro presentazione di apposita documentazione di rendicontazione finale (copia documenti di spesa e relative quietanze) da inviare alla Regione entro il 30 Marzo 2016.

10. Collegamenti

Scarica il bando dal sito della Regione Emilia-Romagna:

Sito di Expo Milano 2015:



RIPRODUZIONE RISERVATA


Tweets