mercoledì 1 luglio 2015

Bando FUNDER 35 per organizzazioni e imprese culturali giovanili

Bando Funder 35 - Foto di Alberto Cardino: Duomo di Parma in ristrutturazione
Foto di Alberto Cardino: Duomo di Parma in ristrutturazione

Diciotto Fondazioni bancarie italiane sostengono, attraverso il bando FUNDER 35, progetti di riorganizzazione ed innovazione presentati da organizzazioni non profit giovanili, ubicate nei soli territori di riferimento delle suddette Fondazioni, che operano da almeno due anni nei settori della produzione artistica e creativa e dei servizi per la valorizzazione dei beni e attività culturali. Per "giovanili" si intendono quelle organizzazioni - di volontariato, promozione sociale, ONG, ONLUS, cooperative dello spettacolo, cooperative sociali, imprese sociali, ecc. - il cui Organo di gestione sia composto in maggioranza da persone con età inferiore a 35 anni.
Il progetto può essere presentato anche da un partenariato di soggetti ammissibili, coordinati e rappresentati da un capofila. Il contributo di FUNDER 35, non quantificato a priori, non può superare il 75% dei costi totali e deve essere di entità equilibrata rispetto al progetto ed al proponente.

La domanda di contributo deve essere presentata on-line, dal sito di FUNDER 35, entro le ore 17,30 del 10 Luglio 2015.


Sommario

1. Promotori del bando
2. Obiettivi
3. Risorse disponibili
4. Beneficiari
   4.1. Esempi di organizzazioni non profit ammissibili
   4.2. Requisiti dei beneficiari
   4.4. Localizzazione dei beneficiari
   4.5. Soggetti esclusi
5. Interventi ammissibili
6. Durata dei progetti
7. Spese ammissibili
8. Spese non ammissibili
9. Progetti in partenariato (facoltativi)
10. Tipologia ed entità della agevolazione
11. Presentazione della domanda
12. Criteri di priorità
13. Riferimenti sul web

Bando Funder 35 - Foto di Alberto Cardino: Duomo di Parma in ristrutturazione
Foto di Alberto Cardino: Duomo di Parma in ristrutturazione

1. Promotori del bando

18 Fondazioni bancarie italiane coordinate da Fondazione Cariplo.


2. Obiettivi
  • Sostenere le imprese culturali giovanili per consentire loro di affrontare il mercato, con una migliore struttura organizzativa e gestionale;
  • Accompagnare le medesime imprese nel percorso verso la sostenibilità, per un massimo di 3 anni, con specifici progetti di miglioramento.

3. Risorse disponibili

Euro 2.650.000


4. Beneficiari

Organizzazioni non profit di natura privata che operano principalmente in uno dei seguenti campi:
  • Produzione artistica e creativa in tutte le sue forme,
  • Servizi di supporto alla conoscenza, valorizzazione, tutela, conservazione, circolazione dei beni e attività culturali,
che abbiano un Organo di gestione costituito per il 50% + 1 da membri di età inferiore ai 35 anni (non nominati dopo il 15/05/2015).

4.1. Esempi di organizzazioni non profit ammissibili
  • Iscritte ai registri regionali del volontariato,
  • Iscritte ai registri delle associazioni di promozione sociale,
  • Iscritte all'albo nazionale delle ONG,
  • Iscritte al registro delle ONLUS,
  • Cooperative del settore spettacolo,
  • Cooperative sociali,
  • Imprese sociali iscritte all'apposita sezione del Registro imprese.
4.2. Requisiti dei beneficiari
  • Attività regolare e non episodica con livello costante di ricavi nei due anni precedenti,
  • Adeguata densità organizzativa (ad esempio, presenza di una risorsa umana dedicata alla struttura),
  • Bilancio completo,
  • Valore positivo di Patrimonio Netto nei due anni precedenti, o avvenuta ricapitalizzazione prima del 15/05/2015.
4.4. Localizzazione dei beneficiari

Sede operativa in una delle seguenti zone:
  • Regioni: Basilicata, Calabria, Campania, Lombardia, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia e Valle d'Aosta,
  • Province: Bologna, Modena, Parma. Ravenna, Pordenone, Udine, La Spezia, Genova, Ascoli Piceno, Ancona, Firenze, Livorno, Lucca, Belluno, Padova, Rovigo, Verona, Vicenza.
4.5. Soggetti esclusi
  • Partiti politici,
  • Organizzazioni sindacali o di patronato,
  • Associazioni di categoria,
  • Persone fisiche,
  • Enti pubblici,
  • Enti religiosi,
  • Enti di formazione.

5. Interventi ammissibili
  • Miglioramento della struttura organizzativa: nuovi modelli operativi e strumenti gestionali, qualificazione del personale non artistico (formazione), competenze manageriali;
  • Rinnovamento dei processi e strumenti di produzione (anche utilizzando tecnologie innovative);
  • Innovazione di prodotto / servizio;
  • Collaborazioni stabili e aggregazioni / fusioni finalizzate a realizzare economie di scopo e/o scala.

6. Durata dei progetti

Massimo 3 anni a partire da una data successiva al 31/12/2015.


7. Spese ammissibili
  • Quelle connesse agli interventi ammissibili;
  • Costi artistici e/o di produzione artistica e culturale nella misura massima del 25% dei costi totali, a condizione che siano orientati a precise strategie di rinnovamento / diversificazione / differenziazione dell'offerta e siano relativi a collaborazioni ritenute strategiche nell'ambito di un partenariato stabile fra soggetti del settore.

8. Spese non ammissibili

Interventi strutturali su ambienti architettonici dove hanno sede i proponenti o dove si realizzano le attività.


9. Progetti in partenariato (facoltativi)
  • Realizzati da un "capofila" e da uno o più "partner" che sottoscrivono un "accordo di partenariato";
  • Il capofila ha potere di coordinamento e rappresentanza dei partner.

10. Tipologia ed entità della agevolazione

Contributo a fondo perduto non superiore al 75% dei costi totali del progetto, e comunque di entità equilibrata rispetto al progetto e al proponente.


11. Presentazione della domanda
  • Dal sito www.funder35.it, area dedicata,
  • Registrazione,
  • Compilazione anagrafica,
  • Inserimento del progetto e degli allegati,
  • Invio on-line del modulo progetto ENTRO LE ORE 17,30 DEL 10 LUGLIO 2015.

12. Criteri di priorità
  • Coinvolgimento di personale composto in maggioranza da giovani tra i 18 e i 35 anni non compiuti;
  • Capacità dell'organizzazione di rapportarsi al proprio territorio di riferimento e di operare anche a livello nazionale o internazionale;
  • Acquisita esperienza nella presentazione di domande di contributo.

13. Riferimenti sul web



RIPRODUZIONE RISERVATA


Tweets