martedì 16 giugno 2015

Venture capital: nuovo fondo per co-investimenti in capitale di rischio

Venture capital: restauro campanile del Duomo di Parma
Restauro campanile del Duomo di Parma
Foto di Alberto Cardino

Il Fondo di venture capital gestito da Invitalia è stato istituito dal Decreto del Ministro dell'Economia del 29/01/2015 con l'obiettivo di sostenere l'investimento, da parte di investitori privati selezionati, nel capitale di rischio di piccole e medie imprese ad elevato potenziale di crescita ed innovazione. Il soggetto gestore del Fondo è Strategia Italia SpA SGR, società interamente partecipata da Invitalia.
La dotazione è pari ad Euro 50.000.000. Il Fondo interviene, in misura massima pari al 70% del capitale di rischio dell'impresa target, a condizione che almeno il 30% del medesimo capitale sia apportato da investitori privati fra quelli individuati con procedura pubblica da Strategia Italia SpA SGR.

L'amministratore delegato di Invitalia, in una intervista al Sole 24 Ore del 28 Maggio 2015, ha annunciato la partenza del nuovo strumento di venture capital per il mese di Giugno 2015, ed ha stimato una platea di start-up destinatarie del sostegno in numero pari a circa 500. L'attenzione di Invitalia è particolarmente rivolta alle start-up beneficiarie della misura Smart&Start.

Sommario

1. Riferimenti normativi
2. Obiettivi
3. Risorse assegnate
4. Gestore del fondo
5. Imprese target
6. Condizioni
7. Durata del Fondo
8. Operatività del Fondo
9. Riferimenti sul web



Venture capital: restauro campanile del Duomo di Parma
Restauro campanile del Duomo di Parma
Foto di Alberto Cardino

 1. Riferimenti normativi
  • Decreto MEF 29/01/2015 "Interventi per lo sviluppo di PMI mediante investimenti nel capitale di rischio", pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 112 del 16/05/2015;
  • Decreto Legge n. 83/2012, art. 23, che istituisce il Fondo per la Crescita Sostenibile destinato a progetti di ricerca e sviluppo, rilancio di aree in crisi, internazionalizzazione delle imprese e attrazione di investimenti esteri.


2. Obiettivi
  • Creazione di un apposito fondo comune di investimento mobiliare di tipo chiuso, riservato a investitori istituzionali, per la realizzazione di investimenti nel capitale di rischio delle imprese con elevato potenziale di sviluppo;
  • Finanziamento rivolto prevalentemente ad "investimenti successivi" in imprese già raggiunte da operazioni di "early stage financing".


3. Risorse assegnate

Euro 50.000.000 provenienti dal Fondo per la Crescita Sostenibile.


4. Gestore del fondo

Strategia Italia SpA SGR, interamente partecipata da Invitalia.


5. Imprese target

Piccole e Medie Imprese - come definite nell'Allegato 1 al Reg. UE n. 651/2014 -, incluse le "start-up innovative" di cui all'art. 25 comma 2 del Decreto Legge n. 179/2012, operanti in settori ad elevato potenziale di crescita, ovvero che realizzano innovazioni nei processi, beni o servizi.


6. Condizioni

Almeno il 30% del capitale di rischio investito nella impresa target deve essere apportato da investitori privati indipendenti, individuati da Strategia Italia SpA SGR con procedura aperta e trasparente; il restante 70% è di competenza del Fondo.


7. Durata del Fondo

Massimo 10 anni prorogabili di 3.


8. Operatività del Fondo

Prevista per Giugno 2015.


9. Riferimenti sul web
RIPRODUZIONE RISERVATA


Tweets