domenica 1 febbraio 2015

Bando della Regione Emilia-Romagna per l'introduzione di ICT nelle PMI

Bando ICT Regione Emilia-Romagna - Fonte Panorama UE n.50

La Regione Emilia-Romagna, negli scampoli della programmazione dei fondi strutturali (POR FESR) per il periodo 2007-2013, ha pubblicato un bando (Asse 2) per le PMI di qualsiasi settore (ad eccezione dell'agricoltura) che stiano introducendo od abbiano in progetto di introdurre nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione (ICT) da integrare con l'organizzazione aziendale in tutte le sue fasi (progettazione, produzione, logistica, ecc.).
Il bando prevede un contributo a fondo perduto fino al 50% della spesa totale in ICT (e fino ad un importo massimo di Euro 50.000) per acquisti (già fatturati e pagati non prima del 1/12/2014 o da fatturare e pagare entro il 31/12/2015) di attrezzature, software e/o servizi inerenti la connettività a banda larga (router, LAN, upgrade, ecc.), le infrastrutture di rete (PC, storage, licenze, sicurezza), l'introduzione di strumenti informatici e telematici avanzati (personalizzazione ICT, progettazione software). E' previsto un requisito minimo di spesa, pari ad Euro 20.000. Sono premiate le imprese a rilevante componente femminile e/o giovanile.
Alla domanda va allegata una scheda tecnica firmata da un tecnico competente in ICT. A seguito della valutazione a graduatoria (la cui conclusione è prevista entro il 31/07/2015), il contributo è erogato alle imprese ammesse in unica soluzione dietro presentazione di tutte le fatture quietanzate inerenti il progetto ICT.

Apertura sportello telematico Bando ICT: 
dal 1 Febbraio al 31 Marzo 2015.


Sommario

1. Obiettivi
2. Riferimenti normativi
3. Beneficiari
4. Settori di attività esclusi
5. Interventi ammessi
6. Spese ammissibili
7. Spese non ammesse
8. Tipologia ed intensità dell'agevolazione
9. Cumulabilità con altri contributi pubblici
10, Presentazione domanda
11. Valutazione ed erogazione
12. Riferimenti sul web

Bando RER per introduzione ICT - Fonte Regione Emilia-Romagna

1. Obiettivi

Innovazione e crescita delle PMI dell'Emilia-Romagna attraverso l'introduzione di ICT e di strumenti innovativi di gestione.


2. Riferimenti normativi

3. Beneficiari

Piccole e Medie Imprese con sede legale e/o operativa nel territorio della Regione Emilia-Romagna.


4. Settori di attività esclusi
  • Pesca e acquacoltura;
  • Imprese agricole.

5. Interventi ammessi
  • Localizzati nel territorio regionale;
  • Riguardanti l'introduzione di strumenti informatici e telematici avanzati e la loro integrazione con l'organizzazione aziendale, con i seguenti obiettivi:
    • acquisto e vendita on line,
    • funzioni avanzate nel rapporto clienti/fornitori,
    • collaborazione tra aziende: co-progettazione, co-markership, razionalizzazione logistica,
    • sperimentazione di applicazioni innovative per la progettazione e la produzione e per il miglioramento dell'efficienza dei processi,
    • sviluppo di sistemi di integrazione strategica in azienda.

6. Spese ammissibili

Fatturate e quietanzate nel periodo fra il 1/12/2014 ed il 31/12/2015:
  • Attivazione di servizi di connettività a banda larga:
    • acquisto e installazione di router, modem, antenna, parabola,
    • realizzazione di rete LAN (anche Wi-Fi),
    • upgrade di connettività con miglioramenti in download e in upload (banda minima garantita, aumento di banda);
  • Acquisto di dispositivi e servizi infrastrutturali - hardware networking, digitalizzazione, storage, potenze di calcolo, PC, ecc. - licenze software e servizi applicativi (compresa sicurezza informatica);
  • Consulenze specialistiche per l'introduzione in azienda di strumenti informatici e telematici avanzati e loro valorizzazione: installazione e/o personalizzazione di ICT, progettazione di software (max 40% della somma delle precedenti spese);
  • I materiali e le attrezzature acquistate devono essere nuovi di fabbrica e rimanere in azienda per almeno 3 anni dall'invio della rendicontazione;
  • La spesa complessiva non può essere inferiore ad Euro 20.000.

7. Spese non ammesse
  • Acquisto dei telefoni fissi e mobili diversi dagli smartphone, di TV, di telecamere;
  • Acquisto di centralini telefonici, stampanti e fax;
  • Materiali di consumo;
  • Impianti di TV satellitare o digitale terrestre;
  • Addestramento e formazione del personale;
  • Traffico telefonico e dati;
  • Consulenze ordinarie;
  • IVA, bolli, spese bancarie, interessi.
8. Tipologia ed intensità dell'agevolazione

Contributo in conto capitale:
  • Fino al 50% della spesa ammessa nei seguenti casi:
    • rilevante componente femminile: titolare (imprese individuali), maggioranza dei soci o delle quote (società di persone o cooperative), maggioranza dei componenti del Cda o delle quote di capitale (società di capitali),
    • rilevante componente giovanile (età non superiore a 40 anni): titolare (imprese individuali), almeno il 60% dei soci o delle quote (società di persone o cooperative), almeno il 60% dei componenti del Cda o delle quote di capitale (società di capitali);
  • Fino al 45% della spesa ammessa, in tutti gli altri casi;
  • Importo massimo: Euro 50.000.

9. Cumulabilità con altri contributi pubblici

Non ammessa per le stesse spese, ad eccezione degli aiuti in forma di garanzie.


10. Presentazione domanda
  • Dal 1 Febbraio al 31 Marzo 2015;
  • Utilizzo di apposita applicazione web per compilazione domanda;
  • Invio per PEC alla Regione Emilia-Romagna;
  • Una sola domanda per impresa, anche se riferita a più unità locali;
  • Alla domanda va allegata la Scheda Tecnica del progetto firmata da un tecnico competente in informatica.

11. Valutazione ed erogazione
  • Procedura valutativa a due fasi: istruttoria formale e sostanziale dei progetti;
  • Criteri di valutazione: qualità tecnica (riduzione costi, sviluppo aree strategiche in azienda come internazionalizzazione, innovazione di processo, reti di produzione), qualità economico-finanziaria, possesso del Rating di Legalità;
  • Concessione dei contributi prevista:
    • entro il 30/06/2015 se le domande presentate saranno in numero inferiore a 251,
    • entro il 31/07/2015 se le domande presentate saranno in numero superiore a 250;
  • Liquidazione del contributo in unica soluzione dietro presentazione, entro il 31/12/2015, della rendicontazione, delle fatture e degli estratti conto;
  • La liquidazione avviene di norma entro 90 giorni dalla data di completamento dell'istruttoria sulla rendicontazione finale del progetto da parte della Regione Emilia-Romagna. 

12. Riferimenti sul web

Sito del POR FESR della Regione Emilia-Romagna: http://fesr.regione.emilia-romagna.it/finanziamenti/bandi/progetti-per-ict

RIPRODUZIONE RISERVATA


Tweets