domenica 18 gennaio 2015

Europa Creativa finanzia, anche nel 2015, progetti di operatori culturali e creativi europei

Europa Creativa - Finale Ligure - Foto di Alberto Cardino

Il programma a gestione diretta della Commissione Europea denominato "Europa Creativa" ha avuto inizio con gli inviti a presentare proposte pubblicati nel 2014. Con una disponibilità complessiva, per il periodo di programmazione 2014-2020, pari a quasi 1,5 milioni di euroEuropa Creativa raggruppa due sotto-programmi - "Cultura" e "Media" - che corrispondono agli omonimi programmi autonomi della passata programmazione, e una sezione "trasversale" che include il nuovo Strumento di Garanzia per i settori culturali e creativi, gestito dal Fondo Europeo per gli Investimenti, la cooperazione transnazionale e l'organizzazione dei "punti di contatto" Europa Creativa, presenti in tutti i Paesi partecipanti al programma.
Per l'anno 2015, sono partite diverse misure di finanziamento in forma di bandi rivolti a varie tipologie di operatori dei settori culturali e creativi. Tali avvisi pubblici, riconducibili ciascuno ad uno dei due sotto-programmi di Europa Creativa - Cultura e Media - prevedono scadenze differenziate e riguardano svariati temi, dalla traduzione letteraria alla programmazione cinematografica e televisiva delle opere audiovisive, tramite progetti singoli o in piattaforma, con l'obiettivo di facilitare l'accesso al mercato degli artisti e creatori europei.
I beneficiari dei bandi di Europa Creativa riceveranno un contributo a fondo perduto pari, al massimo, all'80% dei costi totali.

Sommario

1. Introduzione a Europa Creativa
 1.1. Definizioni
 1.2. Obiettivi
 1.3. Riferimenti strategici
 1.4. Struttura del programma
  1.4.1. Media
   1.4.1.1. Priorità
   1.4.1.2. Attività finanziate
  1.4.2. Cultura
   1.4.2.1. Priorità
   1.4.2.2. Attività finanziate
  1.4.3. Sezione transettoriale
   1.4.3.1. Strumento di garanzia per i settori culturali e creativi
   1.4.3.2. Cooperazione politica transnazionale
   1.4.3.3. Punti di contatto Europa Creativa
 1.5. Attuazione di Europa Creativa
 1.6. Risorse disponibili
 1.7. Fonti di documentazione
2. Media - Bando Accesso ai mercati - EAC/S29/2014
 2.1. Scadenza
 2.2. Risorse disponibili
 2.3. Obiettivi
 2.4. Candidati
 2.5. Attività ammissibili
 2.6. Durata del progetto
 2.7. Tipologia ed intensità dell'aiuto
 2.8. Linee guida e modulistica
3. Cultura - Bando Traduzione letteraria - EACEA 46/2014
 3.1. Scadenza
 3.2. Risorse disponibili
 3.3. Obiettivi
 3.4. Candidati
 3.5. Attività ammissibili
 3.6. Durata del progetto
 3.7. Opere letterarie ammissibili
 3.8. Opere non ammissibili
 3.9. Spese ammissibili
 3.10. Tipologia ed intensità dell'aiuto
 3.11. Priorità
 3.12. Linee guida e modulistica
4. Media - Pacchetti di progetti (Slate Funding) - EACEA 18/2014
 4.1. Scadenza
 4.2. Risorse disponibili
 4.3. Obiettivi
 4.4. Candidati
 4.5. Attività ammissibili
 4.6. Durata del progetto
 4.7. Tipologia ed intensità dell'aiuto
 4.8. Criteri di priorità
 4.9. Linee guida e modulistica
5. Cultura - Piattaforme europee - EACEA 47/2014
 5.1. Scadenza
 5.2. Risorse disponibili
 5.3. Obiettivi
 5.4. Candidati
 5.5. Attività ammissibili
 5.6. Tipologia ed intensità dell'aiuto
 5.7. Linee guida e modulistica
6. Media - Singoli progetti - EACEA 17/2014
 6.1. Scadenza
 6.2. Risorse disponibili
 6.3. Obiettivi
 6.4. Candidati
 6.5. Attività ammissibili
 6.6. Durata del progetto
 6.7. Tipologia ed intensità dell'aiuto
 6.8. Criteri di priorità
 6.9. Linee guida e modulistica
7. Media - Sistema "Cinema Automatic" - EACEA/27/2014
 7.1. Scadenza
 7.2. Risorse disponibili
 7.3. Obiettivi
 7.4. Candidati
 7.5. Attività ammissibili
 7.6. Termini del progetto
 7.7. Durata del progetto
 7.8. Tipologia ed intensità dell'aiuto
 7.9. Linee guida e modulistica
8. Media - Programmazione televisiva di opere audiovisive - EACEA 24/2014
 8.1. Scadenza
 8.2. Risorse disponibili
 8.3. Candidati
 8.4. Oggetto di sovvenzione
 8.5. Condizioni di partecipazione
 8.6. Tipologia ed intensità dell'aiuto
 8.7. Criteri di priorità
 8.8. Linee guida e modulistica


Europa Creativa - Sirmione - Foto di Alberto Cardino


1. Introduzione a Europa Creativa

1.1. Definizioni
  • "Regolamento" di istituzione del programma Europa Creativa: Reg. UE n. 1295/2013 dell'11/12/2013;
  • "Settori culturali e creativi" (art. 2 Reg.): 
    • si basano su valori culturali e/o espressioni artistiche e altre espressioni creative;
    • possono comprendere attività orientate o meno al mercato;
    • comprendono funzioni correlate come istruzione o gestione;
    • elenco indicativo: architettura, archivi, biblioteche, musei, artigianato artistico, audiovisivi (film, televisione, videogiochi, contenuti multimediali), patrimonio culturale materiale e immateriale, design, festival, musica, letteratura, arti dello spettacolo, editoria, radio e arti visive. 
  • "Paesi partecipanti" al programma:
    • Stati membri dell'UE;
    • Paesi aderenti e paesi candidati effettivi e potenziali che beneficiano di una strategia di preadesione, conformemente ai principi generali e alle condizioni generali per la partecipazione di tali Paesi ai programmi dell'Unione istituiti a norma dei rispettivi accordi quadro, decisioni dei consigli di associazione o accordi analoghi;
    • Paesi EFTA membri del SEE, a norma delle disposizioni dell'accordo SEE;
    • Confederazione svizzera, in forza di un accordo bilaterale da concludere con tale paese;
    • Paesi interessati dalla politica europea di vicinato, conformemente alle procedure stabilite con tali paesi in base agli accordi quadro che prevedono la loro partecipazione ai programmi dell’Unione;
    • Il programma è inoltre aperto ad azioni di cooperazione bilaterale o multilaterale mirate a paesi o regioni selezionati sulla base di stanziamenti supplementari versati da tali paesi o regioni e di disposizioni specifiche da concordare con gli stessi;
    • Il programma consente la cooperazione e azioni comuni con paesi che non partecipano al programma e con le organizzazioni internazionali attive nei settori culturali e creativi quali l’UNESCO, il Consiglio d’Europa, l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo o l’Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale sulla base di contributi comuni finalizzati alla realizzazione degli obiettivi del programma;
    • Le proposte dei candidati di paesi non appartenenti all'UE possono essere selezionate a condizione che, alla data della decisione di concessione del contributo, siano stati firmati accordi che fissano le modalità per la partecipazione di tali paesi al programma stabilito dal Regolamento di cui sopra.
1.2. Obiettivi
  • Promuovere la diversità culturale e linguistica europea ed il patrimonio culturale europeo;
  • Rafforzare la competitività transnazionale e internazionale dei settori culturali e creativi;
  • Promuovere la circolazione transnazionale delle opere culturali e creative e la mobilità transnazionale degli operatori (artisti) e migliorare l'accesso da parte dei bambini, giovani, disabili e gruppi sottorappresentati;
  • Rafforzare la capacità finanziaria delle PMI, delle micro-organizzazioni e delle organizzazioni di piccole e medie dimensioni nei settori culturali e creativi;
  • Favorire l'innovazione, lo sviluppo del pubblico e nuovi modelli di business e di gestione.
1.3. Riferimenti strategici
  • Strategia Europa 2020;
  • "Valore Aggiunto Europeo" garantito da uno o più dei seguenti elementi:
    • carattere transnazionale;
    • cooperazione transnazionale tra operatori culturali e creativi (artisti, professionisti del settore audiovisivo, organizzazioni, ecc.);
    • effetto leva su finanziamenti aggiuntivi;
    • maggiore parità fra Paesi nei settori culturali e creativi;
  • Convenzione UNESCO del 2005 su diversità culturale a livello internazionale
1.4. Struttura del programma

Europa Creativa è suddiviso in tre sotto-programmi:
  • MEDIA (Capo II del Reg.);
  • CULTURA (Capo III);
  • Sezione transettoriale (Capo IV).
1.4.1. Media 

1.4.1.1. Priorità
  • Sviluppo di opere audiovisive europee, coproduzioni europee e internazionali, anche con emittenti televisive;
  • Sviluppo di capacità e competenze, reti, tecnologie digitali, sviluppo del pubblico;
  • Promozione degli scambi fra imprese;
  • Sostegno alla distribuzione delle opere audiovisive nelle sale cinematografiche e sulle altre piattaforme con il marketing transnazionale ed il branding;
  • Sostegno allo sviluppo del pubblico ed a migliorare l'accesso alle opere audiovisive con attività di promozione, manifestazioni, alfabetizzazione cinematografica e festival del cinema;
  • Promozione di nuove forme di distribuzione e nuovi modelli di business.
1.4.1.2. Attività finanziate
  • Formazione;
  • Sviluppo di film e opere televisive europee (fiction, documentari, film per bambini e di animazione), videogiochi e contenuti multimediali;
  • Sostenere le coproduzioni fra società indipendenti, europee e internazionali;
  • Incontri fra partner;
  • Accesso a manifestazioni commerciali ed a strumenti d'impresa on line;
  • Sostegno alla distribuzione di film europei non nazionali (sottotitolazione, doppiaggio, audiodescrizione);
  • Cooperazione internazionale;
  • Rete di esercenti che proietti una quota significativa di film europei non nazionali;
  • Promozione della diversità delle opere audiovisive europee (inclusi i cortometraggi) attraverso festival ed eventi promozionali;
  • Promozione dell'alfabetizzazione cinematografica, in particolare fra i giovani;
  • Sperimentazione dell'utilizzo di tecnologie digitali.
1.4.2. Cultura

1.4.2.1. Priorità
  • Adeguamento dei settori culturali alle tecnologie digitali;
  • Sviluppo del pubblico;
  • Cooperazione internazionale fra operatori culturali;
  • Creazione di reti fra organizzazioni culturali e creative europee;
  • Sostegno delle tournées, manifestazioni, mostre e festival internazionali;
  • Circolazione della letteratura europea;
  • Migliore accesso al patrimonio culturale europeo.
1.4.2.2. Attività finanziate
  • Progetti senza scopo di lucro;
  • Cooperazione transnazionale fra organizzazioni culturali;
  • Attività delle reti europee di organizzazioni;
  • Attività delle organizzazioni a vocazione europea;
  • Traduzione letteraria;
  • Premi culturali, capitali europee della cultura, azioni sul marchio del patrimonio europeo, con l'obiettivo di stimolare il dialogo fra le diverse culture europee.
1.4.3. Sezione transettoriale

1.4.3.1. Strumento di garanzia per i settori culturali e creativi
  • Obiettivi: accesso al credito da parte di PMI, micro-piccole-medie organizzazioni nei settori culturali e creativi; migliore capacità di valutare i rischi da parte degli intermediari finanziari;
  • Durata della garanzia: massimo 10 anni;
  • Tipi di prestito garantiti: immobilizzazioni materiali ed immateriali, trasferimenti di imprese, capitale di esercizio;
  • Gestore: Fondo Europeo per gli Investimenti.
1.4.3.2. Cooperazione politica transnazionale
  • Scambio di esperienze;
  • Studi e analisi;
  • Osservatorio;
  • Sperimentazione;
  • Conferenze, seminari, dialogo politico, reti digitali.
1.4.3.3. Punti di contatto Europa Creativa

1.5. Attuazione di Europa Creativa
  • Il Programma di Lavoro Annuale definisce: 
    • Priorità;
    • Criteri;
    • Tasso massimo di cofinanziamento;
  • Contributo finanziario massimo: 80% dei costi delle operazioni sostenute.
1.6. Risorse disponibili

Euro 1.462.724.000 di cui:
  • almeno 56% riservato a Media;
  • almeno 31% riservato a Cultura;
  • massimo 13% riservato alla sezione transettoriale.
1.7. Fonti di documentazione

Europa Creativa - Fonte dell'immagine: Google

2. Media - Bando Accesso ai mercati - EAC/S29/2014

2.1. Scadenza

22 Gennaio 2015

2.2. Risorse disponibili

Euro 3.530.000

2.3. Obiettivi
  • Agevolare l'accesso alle manifestazioni commerciali e ai mercati professionali dell'audiovisivo e utilizzo degli strumenti d'impresa on line;
  • Circolazione di film europei nel mondo e di film internazionali nella UE su tutte le piattaforme di distribuzione.
2.4. Candidati
  • Imprese private;
  • Organizzazioni senza scopo di lucro;
  • Associazioni;
  • Organizzazioni di volontariato;
  • Fondazioni;
  • Comuni o Consigli Comunali;
  • Altri organismi europei
con sede in uno dei Paesi partecipanti a MEDIA (vedi paragrafo 1.1) ed appartenenti almeno in maggioranza a cittadini di tali Paesi.

2.5. Attività ammissibili

Almeno una delle seguenti, da svolgersi nei Paesi partecipanti a MEDIA e/o fuori dai medesimi:
  • Accesso ai mercati fisici per gli operatori professionali europei;
  • Strumenti on line destinati agli operatori professionali;
  • Attività promozionali comuni europee.
2.6. Durata del progetto
  • Deve iniziare tra il 1/06/2015 ed il 31/05/2016;
  • Durata massima: 18 mesi.
2.7. Tipologia ed intensità dell'aiuto

Contributo a fondo perduto fino a:
  • 60% dei costi totali, se il progetto è realizzato in Paesi partecipanti a MEDIA;
  • 80% dei costi totali, se il progetto è realizzato in Paesi non partecipanti a MEDIA.
2.8. Linee guida e modulistica

http://eacea.ec.europa.eu/creative-europe/funding/access-market-single-action-2015-activity_en


3. Cultura - Bando Traduzione letteraria - EACEA 46/2014

3.1. Scadenza

4 Febbraio 2015

3.2. Risorse disponibili

Circa Euro 3.700.000

3.3. Obiettivi
  • Promuovere la traduzione letteraria e la diffusione delle opere tradotte;
  • Sostenere la diversità culturale e linguistica europea;
  • Circolazione transnazionale delle opere letterarie di qualità;
  • Favorire l'accesso di nuovo pubblico alle opere letterarie;
  • Utilizzo delle tecnologie digitali per la distribuzione e promozione delle opere;
  • Migliorare i profili dei traduttori.
3.4. Candidati

Operatori attivi nei settori culturali e creativi (come definiti al paragrafo 1.1):
  • legalmente costituiti in uno dei Paesi partecipanti a CULTURA (par. 1.1);
  • che hanno la personalità giuridica da almeno 2 anni alla data del 4/02/2015;
  • attivi nel settore editoriale.
3.5. Attività ammissibili
  • culturali e creative (quelle audiovisive sono ammissibili solo se al servizio di attività culturali e creative);
  • traduzione e diffusione (incluso un riassunto) di un pacchetto formato da un numero di storie di finzione compreso fra 3 e 10;
  • la lingua originaria e quella di traduzione devono essere entrambe "lingue ufficialmente riconosciute" in uno dei Paesi partecipanti ad Europa Creativa (par. 1.1);
  • una delle due suddette lingue deve essere ufficialmente riconosciuta in uno dei Paesi "membri", "EFTA" o "Svizzera";
  • sono ammissibili traduzioni dal Latino e dal Greco antichi ad una lingua della UE, dell'EFTA o della Svizzera;
  • la lingua target deve essere quella madre del traduttore, salvo per le lingue meno parlate;
  • le traduzioni devono essere transfrontaliere (non da una lingua ufficiale ad un'altra lingua ufficiale di un medesimo Paese).
3.6. Durata del progetto

Massimo 2 anni.

3.7. Opere letterarie ammissibili
  • Sia in formato cartaceo che digitale (e-book);
  • Romanzi, storie brevi, drammi, poesie, fumetti e libri per bambini;
  • Devono già essere state pubblicate;
  • Gli autori delle opere originali devono essere cittadini o residenti in uno dei Paesi che partecipano ad Europa Creativa (par. 1.1) (ad eccezione delle traduzioni dal Latino e dal Greco);
  • NON devono essere già state tradotte nella lingua target negli ultimi 50 anni.
3.8. Opere non ammissibili
  • Autobiografie o biografie o saggi senza elementi di finzione;
  • Guide turistiche;
  • Libri di scienze sociali e di altre scienze.
 3.9. Spese ammissibili
  • Traduzione e pubblicazione di storie di finzione;
  • Traduzione di estratti di opere per i cataloghi al fine della vendita dei diritti all'estero;
  • Eventi speciali e azioni di marketing e distribuzione, inclusi gli strumenti di promozione digitale e la partecipazione degli autori a fiere del libro e festival letterari. 
3.10. Tipologia ed intensità dell'aiuto

Contributo a fondo perduto fino ad un massimo di:
  • Euro 100.000;
  • 50% delle spese ammissibili.
3.11. Priorità
3.12. Linee guida e modulistica

http://eacea.ec.europa.eu/creative-europe/funding/literary-translation-2015_en


4. Media - Pacchetti di progetti (Slate Funding) - EACEA 18/2014

4.1. Scadenza

5 Febbraio 2015

4.2. Risorse disponibili

Euro 12.000.000

4.3. Obiettivi
  • Sviluppo di film, opere televisive, videogiochi, contenuti multimediali;
  • Sostegno dei produttori televisivi europei indipendenti.
4.4. Candidati

Società europee di produzione indipendenti, con personalità giuridica, in grado di dimostrare la loro esperienza, stabilite in uno dei Paesi partecipanti a Europa Creativa (par. 1.1).

4.5. Attività ammissibili
  • Realizzazione di lungometraggi, animazioni e documentari creativi, di durata non inferiore a 60 minuti, per il cinema;
  • Film drammatici (edizione unica o in serie) della durata complessiva di almeno 90 minuti, animazione (unica o in serie) di almeno 24 minuti e documentari creativi (unici o in serie) di almeno 50 minuti, per la televisione;
  • Progetti di fiction della durata complessiva di almeno 90 minuti, animazioni di almeno 24 minuti e documentari creativi di almeno 50 minuti, per le piattaforme digitali.
4.6. Durata del progetto

Massimo 30 mesi dalla data di presentazione.

4.7. Tipologia ed intensità dell'aiuto

Contributo a fondo perduto fino a:
  • Euro 200.000;
  • 50% dei costi totali.
 4.8. Criteri di priorità
  • Capacità della società di sviluppare un pacchetto di 3 - 5 progetti internazionali;
  • Società stabilita in un Paese con bassa capacità di produzione.
4.9. Linee guida e modulistica

https://eacea.ec.europa.eu/creative-europe/funding/development-slate-funding-2015_en


Europa Creativa - Paestum - Foto di Alberto Cardino


5. Cultura - Piattaforme europee - EACEA 47/2014

5.1. Scadenza

25 Febbraio 2015

5.2. Risorse disponibili

Euro 3.400.000

5.3. Obiettivi
  • Cooperazione transnazionale fra organizzazioni culturali e creative;
  • Sviluppo di nuovi talenti;
  • Strategie di marchio per accrescere la visibilità di artisti e creatori europei;
  • Promozione della mobilità degli artisti;
  • Programmazione europea della attività culturali;
  • Utilizzo delle tecnologie dell'informazione per allargare il pubblico;
  • Comunicare le diverse culture europee.
 5.4. Candidati

Piattaforme europee costituite da:
  • Un Ente di Coordinamento: soggetto con personalità giuridica e sede legale in uno dei Paesi partecipanti a Europa Creativa (par. 1.1);
  • Almeno 10 operatori culturali e creativi europei (di cui al paragrafo 1.1) - società, associazioni od organizzazioni - con personalità giuridica da almeno 2 anni, situati in almeno 10 Paesi diversi partecipanti a Europa Creativa (di cui almeno 5 stabiliti in Paese membro UE o EFTA o Svizzera) che abbiano già assicurato - nei 12 mesi precedenti la candidatura - e si impegnino ad assicurare la promozione per almeno il 30% ad artisti emergenti.
5.5. Attività ammissibili
  • Strategia di comunicazione e di marchio (ad esempio creazione di un "marchio di qualità europeo");
  • Circolazione di creatori e artisti emergenti e delle loro opere fra i membri della piattaforma;
  • Collegamento in rete e approfondimento reciproco tra membri della piattaforma;
  • Sostegno alla programmazione europea delle attività culturali e creative (tournées, eventi, mostre, festival, ecc.);
  • Sensibilizzazione del pubblico sulle culture europee e sui valori della Unione Europea.
5.6. Tipologia ed intensità dell'aiuto

Contributo a fondo perduto non superiore a:
  • Euro 500.000 all'anno;
  • 80% del budget annuale.
5.7. Linee guida e modulistica

http://eacea.ec.europa.eu/creative-europe/funding/european-platforms-2015_en


6. Media - Singoli progetti - EACEA 17/2014

6.1. Scadenza

Presentazione domande dal 1 Febbraio al 16 Aprile 2015

6.2. Risorse disponibili

Euro 5.500.000

6.3. Obiettivi
  • Aumento della capacità del settore audiovisivo europeo di circolazione nella UE e di realizzazione di coproduzioni;
  • Sviluppo di film, opere televisive, videogiochi, contenuti multimediali;
  • Sostegno dei produttori televisivi europei indipendenti.
6.4. Candidati

Società europee di produzione indipendenti, con personalità giuridica, stabilite in uno dei Paesi partecipanti a Europa Creativa (par. 1.1).


6.5. Attività ammissibili

  • Realizzazione di lungometraggi, animazioni e documentari creativi, di durata non inferiore a 60 minuti, per il cinema;
  • Film drammatici (edizione unica o in serie) della durata complessiva di almeno 90 minuti, animazione (unica o in serie) di almeno 24 minuti e documentari creativi (unici o in serie) di almeno 50 minuti, per la televisione;
  • Progetti di fiction della durata complessiva di almeno 90 minuti, animazioni di almeno 24 minuti e documentari creativi di almeno 50 minuti, per le piattaforme digitali.
6.6. Durata del progetto

Massimo 30 mesi.


6.7. Tipologia ed intensità dell'aiuto


Contributo a fondo perduto fino a:
  • Euro 60.000 nel caso di animazione;
  • Euro 25.000 nel caso di documentario creativo;
  • Euro 50.000 nel caso di fiction con budget uguale o superiore a Euro 1.500.000;
  • Euro 30.000 nel caso di fiction con budget inferiore a Euro 1.500.000.
6.8. Criteri di priorità
  • Progetto rivolto al pubblico giovane;
  • Coproduzione con un Paese con diversa lingua ufficiale;
  • Sede in un Paese a bassa capacità produttiva.
6.9. Linee guida e modulistica



7. Media - Sistema "Cinema Automatic" - EACEA/27/2014

7.1. Scadenza

Generazione: 30 Aprile 2015

Reinvestimenti: 2 Agosto 2016

7.2. Risorse disponibili

Euro 22.450.000

7.3. Obiettivi
  • Sostenere la distribuzione nelle sale cinematografiche e su tutte le altre piattaforme, mediante il marketing transnazionale, branding, distribuzione e presentazione di opere audiovisive e di film europei non nazionali;
  • Sostenere la vendita internazionale delle opere: doppiaggio, sottotitolazione e audiodescrizione.
7.4. Candidati

Distributori cinematografici e teatrali europei, con sede in uno dei Paesi partecipanti a MEDIA (par. 1.1) e appartenenti almeno in maggioranza a cittadini di tali Paesi.

7.5. Attività ammissibili
  • Generazione di un fondo potenziale, proporzionale al numero di biglietti per spettatori paganti venduti nel 2014 per film europei non nazionali (*), fino ad un massimale prefissato per ogni film e adeguato per ciascun Paese;
    (*) Il film deve essere:
    - prodotto per la maggior parte da produttori con sede in Paesi partecipanti a MEDIA;
    - realizzato con una significativa partecipazione di operatori professionali provenienti dai suddetti Paesi;
    - un'opera recente di fiction, animazione o documentaristica di durata superiore a 60 minuti e realizzata in un Paese diverso da quello di distribuzione;
    - non comprensivo di contenuti alternativi (opere liriche, concerti, spettacoli, ecc.) o di pubblicità;
    - con copyright non stabilito prima del 2011;
  • Il fondo deve essere reinvestito:
    (MODULO 1) nella coproduzione di film europei non nazionali;
    (MODULO 2) nella acquisizione, per merito di GARANZIE MINIME, di diritti di distribuzione di film europei non nazionali E/O
    (MODULO 3) nei costi di post-produzione (copie, doppiaggio e sottotitolazione), di promozione e pubblicitari per film europei non nazionali.  
7.6. Termini del progetto
  • MOD 1:
    - Contratto di produzione da firmare non prima del 1/08/2015;
    - Progetto di reinvestimento da presentare entro 3 mesi dalla firma del contratto di coproduzione (non oltre il 2/08/2016);
    - Ammissibili costi sostenuti dal 1/08/2015 al 1/02/2018;
  • MOD 2:
    - Contratto di produzione da firmare non prima del 1/08/2015;
    - Progetto di reinvestimento da presentare entro 3 mesi dalla firma dell'accordo di contratto/licenza (non oltre il 2/08/2016);
    - Ammissibili costi sostenuti dal 1/08/2015 al 1/02/2018;
  • MOD 3:
    - Prima distribuzione del film non prima del 1/08/2015 e non dopo il 1/08/2017;
    - Progetto di reinvestimento da presentare al più tardi il giorno della prima distribuzione del film (non oltre il 2/08/2016);
    - Ammissibili costi sostenuti dal 1/08/2015 al 1/02/2018.
7.7. Durata del progetto
  • MOD 1 e 2: massimo 30 mesi;
  • MOD 3: massimo 42 mesi.
 7.8. Tipologia ed intensità dell'aiuto

Contributo a fondo perduto non superiore al 60% dei costi totali.

7.9. Linee guida e modulistica

https://eacea.ec.europa.eu/creative-europe/funding/distribution-automatic-support-2015_en


8. Media - Programmazione televisiva di opere audiovisive - EACEA 24/2014

8.1. Scadenza

28 Maggio 2015

8.2. Risorse disponibili

Euro 11.800.000

8.3. Candidati

Società europee indipendenti di produzione audiovisiva, produttrici di maggioranza dell'opera.

8.4. Oggetto di sovvenzione

Produzione televisiva europea indipendente:
  • FICTION
  • ANIMAZIONE
  • DOCUMENTARIO CREATIVO
che preveda la partecipazione di almeno 3 società televisive di vari Paesi partecipanti ad Europa Creativa (par. 1.1).

8.5. Condizioni di partecipazione
  • I diritti di sfruttamento concessi alle emittenti devono tornare al produttore dopo un periodo massimo di:
    • 7 anni per le prevendite;
    • 10 anni per le coproduzioni;
  • Almeno il 50% del finanziamento totale deve essere garantito da fonti terze;
  • Almeno il 50% del budget di produzione deve essere coperto da fonti europee;
  • La candidatura va presentata prima del secondo giorno di riprese;
  • Durata minima del progetto: 30 mesi (42 nel caso di una serie).
 8.6. Tipologia ed intensità dell'aiuto

Contributo a fondo perduto fino ad un massimo di:
  • Per opere drammatiche e di animazione: Euro 500.000 o 12,5% dei costi totali;
  • Per serie televisive drammatiche con budget di almeno Euro 10.000.000 e n. episodi pari almeno a 6 di durata pari ad almeno 45 minuti ciascuno: Euro 1.000.000;
  • Per documentari creativi: Euro 300.000 o 20% dei costi totali.
8.7. Criteri di priorità
  • Progetto rivolto al pubblico giovane;
  • Coproduzione con un Paese con diversa lingua ufficiale;
  • Sede in un Paese a bassa capacità produttiva.
8.8. Linee guida e modulistica


RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi il depliant ufficiale di Europa Creativa, in Italiano:

Tweets