mercoledì 23 luglio 2014

Bando INAIL per agricoltura, edilizia e materiali lapidei: previsti contributi per attrezzature sicure e innovative

Bando FIPIT INAIL

L'INAIL ha emanato un nuovo bando - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 165 del 18 Luglio 2014 - per l'erogazione di aiuti alle imprese finalizzati - in attuazione dell'art. 11 comma 5 del Decreto legislativo n. 81/2008 - a migliorare le condizioni di sicurezza sul lavoro nei settori agricoltura, edilizia, estrazione e lavorazione di materiali lapidei (Bando "Finanziamento alle Piccole e Micro Imprese - FIPIT").
La misura di finanziamento è declinata a livello regionale: per ciascuna Regione italiana, INAIL ha infatti predisposto uno specifico Bando.

Presentazione domande dal 3 Novembre al 3 Dicembre 2014


Sommario

1. Obiettivi
2. Risorse disponibili
3. Beneficiari
3.A Agricoltura
3.B. Edilizia
3.C. Estrazione e lavorazione di materiali lapidei
4. Rischi specifici
4.A Agricoltura
4.B. Edilizia
4.C. Estrazione e lavorazione di materiali lapidei
5. Spese ammissibili
5.A Agricoltura
5.B. Edilizia
5.C. Estrazione e lavorazione di materiali lapidei
6. Tipologia e misura dell'agevolazione
6.A Agricoltura
6.B. Edilizia
6.C. Estrazione e lavorazione di materiali lapidei
7. Presentazione e valutazione domande
7.A Agricoltura
7.B. Edilizia
7.C. Estrazione e lavorazione di materiali lapidei
8. Collegamenti

1. Obiettivi

Finanziare progetti di innovazione tecnologica riguardanti impianti, macchine e attrezzature per il miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza sul lavoro e contrastare le cause di infortunio o malattia professionale.

2. Risorse disponibili

Euro 30.000.000 di cui:

A) Euro 15.582.703 per il settore agricolo
B) Euro 9.417.297 per il settore edile
C) Euro 5.000.000 per il settore dell'estrazione e lavorazione di materiali lapidei

3. Beneficiari

Micro e piccole imprese (anche individuali):

- operanti in uno dei suddetti settori A), B) e C);
- iscritte alla Camera di Commercio o all'Albo delle imprese artigiane;
- con unità produttiva ubicata in una regione italiana;
- con almeno un codice ATECO 2007 - principale o secondario - riferibile alle divisioni o gruppi di attività indicati di seguito;
- che non siano state già destinatarie di finanziamenti sui bandi INAIL ISI 2010, 2011, 2012, 2013.

3.A. Agricoltura

Divisioni ammesse:

01. Coltivazioni agricole e produzione di prodotti animali, caccia e servizi connessi
02. Silvicoltura ed utilizzo di aree forestali

3.B. Edilizia

Gruppi di attività ammesse:

41.2. Costruzione edifici residenziali e non residenziali
42.1. Costruzione strade e ferrovie
42.2. Costruzione opere di pubblica utilità
42.9. Costruzione di altre opere di ingegneria civile
43.1. Demolizione e preparazione cantiere edile
43.2. Installazione impianti elettrici, idraulici ed altri lavori di costruzione e installazione
43.3. Completamento e finitura di edifici
43.9. Altri lavori specializzati di costruzione

3.C. Estrazione e lavorazione di materiali lapidei

Divisioni e gruppi ammessi:

05. Estrazione di carbone (esclusa torba)
07. Estrazione di minerali metalliferi
08. Altre attività di estrazione minerali da cave e miniere
23.7. Taglio, modellatura e finitura di pietre

4. Rischi specifici

4.A. Agricoltura

Ribaltamento dei trattori con conseguente schiacciamento dei conducenti

4.B. Edilizia

Rischi connessi alla movimentazione manuale dei carichi e/o caduta dall'alto nei cantieri temporanei e mobili

4.C. Estrazione e lavorazione di materiali lapidei

Rischi connessi all'esposizione a rumore e/o a polveri, ed alla movimentazione manuale dei carichi

5. Spese ammissibili

Il progetto deve essere avviato NON PRIMA DELLA DATA DI EVENTUALE AMMISSIONE e realizzato entro 180 giorni dalla stessa data.
Il presente finanziamento non è cumulabile - sullo stesso progetto - con altri finanziamenti, ad eccezione di interventi pubblici di garanzia sul credito (ad esempio Fondo di Garanzia PMI, ISMEA).
Si richiede, ai fini dell'ammissione, la dichiarazione di un Ente bilaterale od Organismo paritetico che attesti l'efficacia e replicabilità del progetto.
I beni oggetto di finanziamento non sono alienabili né cedibili né distraibili nei 2 anni successivi all'erogazione.

ESCLUSIONI:
- beni usati,
- costi personale dipendente,
- fatturazione da parte di soci o società controllate/controllanti o collegate.

5.A. Agricoltura

Adeguamento di un solo trattore agricolo o forestale di proprietà del richiedente attraverso installazione di:

- dispositivi di protezione in caso di ribaltamento trattori, in base alla LINEA GUIDA 1 come prevista dal Decreto legislativo n. 81/2008 allegato V parte II punto 2.4, rev. 3 Maggio 2011;
- sistemi di ritenzione del conducente (sedile mobile con punti di ancoraggio per cintura di sicurezza), in base alla LINEA GUIDA 2 come prevista dal D.Lgs. n. 81/2008 allegato V parte II punto 2.4, rev. 4 Luglio 2009;
- dispositivi e protezioni per l'adeguamento ai requisiti minimi di sicurezza per l'uso di attrezzature di lavoro, in base al Documento Tecnico (Aprile 2011) come previsto dal D.Lgs. n. 81/2008 allegato V, in particolare:
--- dispositivo che rende impossibile l'avviamento del motore in caso di rischio di spostamento incontrollato del medesimo o di movimento della presa di potenza anteriore o posteriore;
--- protezioni per impedire l'accesso a zone pericolose o per arrestare movimenti pericolosi (adeguamento presa di potenza anteriore e/o posteriore, cinghie per trasmissione del moto, ventola per raffreddamento e organi per trasmissione meccanica del moto alle ruote anteriori raggiungibili dalla guida)
--- sedile mobile per passeggero con punti di ancoraggio per cintura di sicurezza;
--- mezzi di accesso al posto di guida (gradini, scalette, maniglie, corrimani);
--- cintura di sicurezza ai punti di ancoraggio già predisposti sul sedile mobile o realizzati sul sedile fisso o in altre parti fisse;
--- protezioni contro rischi di contatto con parti calde (sistema scarico gas esausti, superficie calda cilindro e testata, scatola cambio e frizione);
--- zavorre nei punti di attacco previsti dal costruttore;
--- segnalature del sistema di scarico gas esausti di modo che i gas siano rilasciati lontano dalla guida e dalle prese d'aria;
--- dispositivi di illuminazione o segnalazione luminosa e dispositivo ausiliario retrovisore.

5.B. Edilizia

Acquisto di un numero massimo di 3 macchine come previste dal D.Lgs. n. 17/2010 (art. 2, lett. a) punti 1-4), marcate CE e rientranti nelle seguenti tipologie:

- insieme equipaggiato di sistema di azionamento composto di parti (di cui almeno una mobile) collegate;
- come sopra ma senza collegamenti al sito di impiego o alle fonti di energia;
- come sopra ma funzionante solo se installato in edificio;
- come sopra ma macchine disposte e comandate per avere funzionamento solidale;
- ammessa sostituzione di macchina non marcata CE.

ESCLUSIONI:
- macchine per miscelazione, trasporto, proiezione e distribuzione di calcestruzzo e malta;
- macchine movimento terra non compatte (con massa operativa superiore a 4.500 Kg) ed escavatori non compatti (con massa operativa superiore a 6.000 Kg);
- macchine montate su veicolo o rimorchio.

5.C. Estrazione e lavorazione di materiali lapidei

Acquisto o sostituzione di massimo 3 macchine rientranti nelle norme sull'edilizia (definite come per il settore edile e marcate CE):

- acquisto macchine fisse o mobili per bagnatura/umidificazione;
- acquisto macchine fisse o mobili per aspirazione polveri;
- acquisto accessori di sollevamento a ventosa alimentati elettricamente o ad aria compressa;
- acquisto macchine per estrazione di materiali lapidei;
- acquisto macchine per lavorazione di blocchi o lastre, con contestuale rottamazione di analoghe macchine non marcate CE;
- acquisto macchine per lavorazione di inerti, con contestuale rottamazione di analoghe macchine non marcate CE.

6. Tipologia e misura dell'agevolazione

Contributo in conto capitale nel rispetto del de minimis (Reg. UE 1407/2013) e del de minimis agricolo (Reg. UE 1408/2013):

- fino al 65% dei costi,
- di valore compreso fra 1.000 e 50.000 euro.

7. Presentazione e valutazione domande

La domanda di finanziamento va inviata per PEC nel periodo compreso fra il 3 Novembre ed il 3 Dicembre 2014, dopo averla compilata su apposita piattaforma informatica (occorre possedere un codice ditta registrato INAIL, ottenibile anche sul momento).
La procedura di valutazione è valutativa a graduatoria.
Se il contributo ammesso è uguale o maggiore a 15.000 euro, è possibile richiedere un anticipo - costituendo una fideiussione a favore di INAIL per un importo corrispondente al valore dell'anticipo (garanzia di 6 mesi) - fino al 50% del medesimo contributo.

7.A. Agricoltura

Criteri di valutazione:

- punteggio fra 1 e 57, attribuito alle suddette tipologie di spesa in ordine decrescente;
- punteggio variabile fra 4, attribuito alle immatricolazioni più vecchie (prima del 1974), ed 1 attribuito a quelle più giovani (dopo il 2004);
- punteggio variabile fra 5, attribuito ai progetti con costo fino a 3.000 euro, ed 1, attribuito ai progetti con costo oltre i 5.000 euro.

7.B. Edilizia

Criteri di valutazione:

- punteggio più alto in corrispondenza di un costo progettuale più basso;
- a seconda dell'oggetto della movimentazione, punteggio fra 50 (materiali, persone e attrezzature) e 20 (materiali con necessario intervento manuale);
- a seconda del tipo di movimentazione, punteggio fra 25 (orizzontale e sollevamento verticale) e 5 (orizzontale con traslazione comportante cambiamento di livello del carico uguale o superiore a 3 metri).

7.C. Estrazione e lavorazione materiali lapidei

Criteri di valutazione:

- punteggio più alto in corrispondenza di un costo progettuale più basso;
- punteggio fra 30 e 60, attribuito alle suddette tipologie di spesa in ordine decrescente;
- a seconda dell'ambiente di lavoro, punteggio fra 15 (in sotterraneo) e 5 (all'aperto). 

8. Collegamenti

Sito dell'INAIL dedicato al bando FIPIT:
www.inail.it/internet/default/INAILincasodi/Incentiviperlasicurezza/BandoFipit/index.html

Bandi pubblici regionali

RIPRODUZIONE RISERVATA


Tweets