mercoledì 27 agosto 2014

La Regione Emilia-Romagna, tramite gli organismi di garanzia, facilita l'accesso al credito di conduzione da parte degli agricoltori


Il settore agricolo soffre, a causa della crisi, di un alto livello di indebitamento. La Regione Emilia-Romagna intende in via prioritaria intervenire per il rinnovo o la riattivazione dei prestiti di conduzione agevolati. In particolare, la misura (approvata con Delibera di Giunta n. 1123/2014) riguarda la necessità, da parte delle imprese agricole, di anticipare gli interi costi delle spese sostenute per l'acquisto dei mezzi tecnici in attesa della vendita dei prodotti. Attraverso un contributo in conto interessi veicolato dagli organismi di garanzia, la Regione mira proprio a facilitare l'erogazione di prestiti a breve termine da parte delle banche.

Scadenza: 3 Ottobre 2014

Sommario

1. Presentazione delle domande
2. Risorse disponibili
3. Beneficiari finali
4. Oggetto dell'agevolazione
5. Spese ammissibili
6. Tipologia e misura dell'aiuto
7. Regime di aiuto
8. Criteri di priorità
9. Erogazione del contributo
10. Collegamenti


1. Presentazione delle domande

Entro il 3 Ottobre 2014 all'organismo di garanzia di appartenenza e all'istituto bancario prescelto.

2. Risorse disponibili

Euro 1.625.000, destinati agli organismi di garanzia

3. Beneficiari finali

Imprese attive nella produzione primaria di prodotti agricoli, con i seguenti requisiti:

- condotte da imprenditore agricolo,
- esercitano attività agricola in forma prevalente,
- iscritte alla Camera di Commercio - sezione speciale aziende agricole,
- sono ammissibili le cooperative di lavorazione e trasformazione dei prodotti agricoli che svolgono anche attività di allevamento connessa al caseificio (il prestito sarà limitato alla sola attività di allevamento).

4. Oggetto dell'agevolazione

Prestiti di conduzione a breve termine - che beneficiano della agevolazione regionale per l'aiuto de minimis sotto forma di concorso interesse - di durata massima pari a 12 mesi e di importo compreso fra 6.000 e 150.000 euro.

5. Spese ammissibili

Anticipate dall'imprenditore richiedente per il completamento del ciclo produttivo-colturale fino alla vendita dei prodotti, relativamente alla superficie aziendale condotta nella campagna agricola 2013/2014:

- operazioni eseguite nell'azienda agricola per preparare il prodotto alla prima vendita;
- costi di lavorazione, trasformazione e conservazione dei prodotti in ambito aziendale.

6. Tipologia e misura dell'aiuto

Abbattimento del tasso d'interesse sui suddetti prestiti di conduzione nella misura massima di 1,5 punti.

7. Regime di aiuto 

De minimis agricolo (Reg. UE n. 1408/2013): gli aiuti concessi ad una singola impresa non possono superare, nel complesso, l'importo di 15.000 euro nell'arco di tre esercizi finanziari.

8. Criteri di priorità 

- Imprenditori con età inferiore a 40 anni,
- Aziende agricole che hanno contratto - nel corso della campagna agraria 2013/2014 - il prestito di conduzione agevolato in regime de minimis.

9. Erogazione del contributo

- E' possibile anche in data anteriore rispetto alla prevista scadenza, purché lo stesso contributo sia attualizzato al momento della erogazione utilizzando i tassi di interesse di riferimento in vigore alla data di concessione;
- Il pagamento è effettuato direttamente dall'organismo di garanzia al beneficiario.

10. Collegamenti

Sito della Regione Emilia-Romagna da cui è possibile scaricare il bando e l'elenco degli Agrifidi regionali:
http://agricoltura.regione.emilia-romagna.it/notizie/2014/luglio/credito-agevolato-per-le-aziende-agricole

RIPRODUZIONE RISERVATA


Tweets