venerdì 16 maggio 2014

Connecting Europe Facility: con il programma CEF 2014-2020 la Commissione UE punta a connettere davvero l'Europa

Copertina CEF Connecting Europe Facility


Indice

Intro
1. CEF Transport
2. CEF Energy
Invito a presentare proposte 2014
3. CEF Telecom
Invito a presentare proposte 2014 - Europeana
Invito a presentare proposte 2014 - Safer Internet
4. Riferimenti normativi
5. Collegamenti


Intro

Il programma europeo Connecting Europe Facility (CEF) finanzia progetti che hanno l'obiettivo di completare i collegamenti mancanti in Europa nelle infrastrutture dell'energia, dei trasporti e del digitale. Lo scopo del programma consiste nel promuovere una economia più "verde" incentivando le modalità di trasporto meno inquinanti, i collegamenti a banda larga ad alta velocità e l'utilizzo delle energie rinnovabili, in linea con la strategia Europa 2020.
Il completamento delle reti energetiche determinerà, inoltre, una ulteriore integrazione del mercato interno dell'energia, riducendo la dipendenza energetica dell'UE e rafforzando la sicurezza dell'approvvigionamento.
Puntando su reti intelligenti, sostenibili e interconnesse, CEF contribuirà significativamente a completare il mercato unico europeo.
Il programma CEF presenta, poi, la peculiarità di mobilitare efficacemente i finanziamenti privati attraverso l'utilizzo di strumenti innovativi come la garanzia e i project bond: sarà, quindi, rilanciato il mercato delle obbligazioni consentendo ai promotori dei singoli progetti infrastrutturali di attrarre prestiti obbligazionari di lunga durata.


Il programma Connecting Europe Facility è suddiviso in tre parti:

Trasporti 

Energia

Telecom

Tutti i progetti sostenuti dall'UE nell'ambito di CEF, per un totale di 30.000.000.000 di euro nel periodo 2014-2020, saranno gestiti da INEA - Innovation & Networks Executive Agency.


1. CEF Transport

Nell'ambito di CEF, € 26.250.000.000 saranno destinati a cofinanziare progetti cosiddetti "Trans-European Networks - Transport" (TEN-T) negli Stati membri dell'UE. Di tale importo, € 11.305.000.000 saranno disponibili solo per i progetti localizzati negli Stati membri ammissibili al Fondo di coesione.
La Commissione UE prevede la pubblicazione di programmi di lavoro annuali e pluriennali per il dettaglio delle priorità e delle risorse finanziarie da assegnare a ciascuna priorità in un dato anno. Il primo anno di programmazione è il 2014.

Il primo Programma di lavoro pluriennale (Multi-annual Work-Programme - MAP) è stato adottato il 26 marzo 2014: i relativi Inviti a presentare proposte di progetti saranno pubblicati entro il 1 settembre 2014
I MAP coprono solo i progetti che sono preventivamente individuati nell'allegato I del regolamento CEF. Si tratta principalmente di:

  • Progetti transfrontalieri (ferroviario, fluviale, stradale), progetti per affrontare le strozzature (ferrovia e per vie navigabili), progetti di collegamento di porti ed aeroporti e progetti di autostrade del mare (AdM) lungo i nove principali corridoi della rete;
  • Atri progetti di rete di base (ferroviari, fluviali, stradali transfrontalieri, porti);
  • Progetti prioritari orizzontali che implementano applicazioni telematiche per tutti i modi (cfr. in particolare, ERTMS, RIS, VTMIS), SESAR, nuove tecnologie, multi-modalità, sicurezza, MoS.

I Programmi Annuali (AP) riguardano lo sviluppo delle infrastrutture di trasporto e le priorità della politica dei trasporti a breve termine: riduzione del rumore ferroviario, supporto ai servizi di trasporto merci, telematica nei trasporti e innovazione. Il primo AP è stato adottato il 26 marzo 2014: i relativi Inviti a presentare proposte saranno pubblicati entro il 1 settembre 2014.

Il sostegno finanziario del programma CEF Transport assume principalmente due forme:

  • Sovvenzioni: sulla base dei MAP e degli AP, la Commissione lancia Inviti a presentare proposte ed assegna il contributo a fondo perduto sulla base di un processo di selezione competitiva.
  • Strumenti finanziari innovativi sviluppati in collaborazione con BEI, come il Marguerite Fund, la garanzia su prestiti per le reti transeuropee di trasporto (LGTT) e l' iniziativa Project Bond. Il CEF fungerà da catalizzatore per finanziamenti privati ​​e pubblici, dando credibilità ai progetti infrastrutturali e diminuendo i loro profili di rischio.

2. CEF Energy

L'obiettivo di CEF Energia consiste nel soddisfare la futura domanda di energia garantendo la sicurezza dell'approvvigionamento e supportando l'utilizzo su larga scala delle fonti rinnovabili. La ristrutturazione delle infrastrutture energetiche esistenti e lo sviluppo di nuove infrastrutture di trasporto dell'energia di rilevanza europea richiederanno investimenti per circa € 140.000.000.000 per l'energia elettrica e per almeno € 70.000.000.000 per il gas!
I nuovi strumenti finanziari, aprendo il mercato a nuove categorie di investitori con conseguente riduzione dei rischi, aiuteranno i promotori dei progetti ad accedere ai finanziamenti, mentre le sovvenzioni (a fondo perduto) saranno destinate ai costi di costruzione.
Un importo di € 5.850.000.000 sarà messo a disposizione per il miglioramento delle infrastrutture energetiche transeuropee nel periodo 2014-2020.
Per essere ammissibili al sostegno finanziario CEF, i progetti energetici devono essere identificati come progetti di interesse comune (Projects of Common Interest - PCI). Il primo elenco di progetti di interesse comune nel settore dell'energia a livello dell'Unione è stato adottato il 14 ottobre 2013 (Regolamento delegato (UE) n 1391/2013).

Invito a presentare proposte 2014:

Tutta la documentazione è scaricabile all'indirizzo:
http://inea.ec.europa.eu/en/cef/cef_energy/apply_for_funding/cef_energy_call_for_proposals_2014.htm

Scadenza: 19 Agosto 2014

Budget: Euro 750.000.000

Destinatari: PMI, persone giuridiche

Info day: Bruxelles, 23 Maggio 2014, registrarsi all'indirizzo http://inea.ec.europa.eu/en/news__events/events/2014_cef_energy_info_day.htm


3. CEF Telecom

La disponibilità di Internet a banda larga ad alta velocità e l'accesso alle infrastrutture di servizi digitali sono gli elementi costitutivi di un moderno mercato unico che si sviluppi in aree come il cloud computing,  "The Internet of things" o big data.
Uno dei punti qualificanti della strategia Europa 2020 è proprio l'iniziativa Agenda digitale per l'Europa (A digital agenda for Europe - DAE).
Il budget di CEF Telecom ammonta a € 1.140.000.000, di cui € 170.000.000 sono destinati alla banda larga, mentre € 970.000.000 alle infrastrutture di servizi digitali (Digital Service Infrastructures - DSI).

Le linee guida sono funzionali al raggiungimento dei seguenti obiettivi:

  • migliorare la competitività dell'economia europea, in particolare delle piccole e medie imprese,
  • promuovere l'interconnessione e l'interoperabilità delle reti nazionali, nonché l'accesso a tali reti, nel perseguimento di un mercato unico digitale.

Le DSI faciliteranno l'interazione transfrontaliera e intersettoriale tra le amministrazioni pubbliche europee, con l'obiettivo di fornire servizi essenziali per le imprese e i cittadini in settori diversi come l'identificazione elettronica, gli appalti, i servizi sanitari interoperabili. I progetti dovranno riguardare poche infrastrutture transeuropee e basarsi su soluzioni tecniche e organizzative mature.

La banda larga dovrà diffondersi in modo tale che tutte le famiglie europee abbiano accesso a connessioni internet di almeno 30 Megabit al secondo entro il 2020, e che il 50% delle famiglie si abboni a connessioni internet di oltre 100 Megabit al secondo entro il medesimo anno.

CEF Telecom è implementato tramite un programma di lavoro annuale, individuando le priorità e le azioni che saranno intraprese nel corso di un dato anno.

Per il 2014, sono state individuate le seguenti priorità:


Le attività saranno realizzate sia tramite bando di gara sia con Inviti a presentare proposte.


Invito a presentare proposte 2014 - Europeana

Tutta la documentazione è scaricabile all'indirizzo:
http://inea.ec.europa.eu/en/cef/cef_telecom/apply_for_funding/2014_cef_telecom_call_-_europeana.htm

Scadenza: 23 Settembre 2014

Budget: Euro 8.900.000

Destinatari: PMI, persone giuridiche


Invito a presentare proposte 2014 - Safer Internet

Tutta la documentazione è scaricabile all'indirizzo:
http://inea.ec.europa.eu/en/cef/cef_telecom/apply_for_funding/2014_cef_telecom_call_-_safer_internet.htm

Scadenza: 27 Agosto 2014

Budget: Euro 750.000.000

Destinatari: PMI, persone giuridiche

Info day: Lussemburgo, 23 Maggio 2014, registrarsi all'indirizzo http://inea.ec.europa.eu/download/calls2014/CEF-telecom/info_day_safer_internet.pdf


4. Riferimenti normativi

Regolamento (UE) n. 1316/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell' 11 dicembre 2013, che istituisce il meccanismo per collegare l'Europa (CEF): http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/ALL/?uri=CELEX%3A32013R1316

COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE Costruzione della rete centrale di trasporto: corridoi della rete centrale e meccanismo per collegare l’Europa http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/ALL/?uri=CELEX%3A52013DC0940

Regolamento TEN-E: Regolamento (UE) 347/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 aprile 2013, sugli orientamenti per le infrastrutture energetiche transeuropee http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?qid=1400258756374&uri=CELEX:32013R0347


5. Collegamenti

Pagine ufficiali del programma CEF sul sito di INEA - Innovation and Networks Executive Agency:
http://inea.ec.europa.eu/en/cef/cef.htm


RIPRODUZIONE RISERVATA


Tweets