martedì 22 gennaio 2013

Agevo Facile per mettersi in proprio






UN SOSTEGNO CONCRETO ALL’AUTOIMPIEGO

La grande crisi economica di inizio secolo ha messo in discussione tutte le nostre certezze. I giovani non hanno più la prospettiva del “posto fisso”; i cinquantenni possono trovarsi, da un giorno all'altro, senza un impiego per cause indipendenti dalla loro volontà, con la conseguente difficoltà a trovare di nuovo una occupazione dignitosa.

Per molte persone, la soluzione al disagio occupazionale può combinarsi con la realizzazione di un sogno, in autonomia o assieme a familiari, amici d’infanzia, amici di oggi con cui si condividono interessi, passioni o lo stesso lavoro alle dipendenze. Non per tutti, ma per coppie particolarmente affiatate l’attività imprenditoriale affrontata insieme può rappresentare un arricchimento del percorso di vita comune (ad altri può invece fornire elementi per la richiesta di divorzio!). Tra fratelli o cugini può essere altrettanto facile mettere in piedi una società (anche in questo caso, non è così per tutti!).

L’amicizia può, forse più dell’amore o della parentela, cementare un’attività imprenditoriale in forma societaria. Basti pensare alle più clamorose ed innovative esperienze di condivisione del rischio di impresa negli ultimi anni, come quelle che hanno dato vita alla Apple o a Google a partire da garage o altre sedi improvvisate.

Tuttavia, un’idea può prendere corpo anche a partire dall'ingegno e dalla concretezza di una singola persona, giovane o matura, uomo o donna, pluri-laureata o dotata di competenze ed esperienza. La forma dell’impresa può essere, in tal caso, la semplice ditta individuale oppure, per attività già minimamente strutturate, la società a responsabilità limitata unipersonale.

In tempi di crisi, affidarsi alle proprie gambe e soprattutto al proprio ingegno può ripagare più che in tempi di crescita. Occorre solo mettere in conto una assunzione di rischio iniziale, più o meno forte, prendendo nel contempo le necessarie precauzioni in vista di eventuali fasi economiche negative. Ed avendo fiducia in sé stessi e nella propria capacità di innovare.

Se la strada scelta è quella giusta, la start-up innovativa potrà ergersi, soprattutto in prospettiva della ripresa economica, come il primo grattacielo di una giovane città.



+AGEVO_FACILE assiste chi sogna di mettersi in proprio nella richiesta di finanziamenti per l'autoimpiego

AGEVO FACILE su Facebook

AGEVO FACILE su Twitter

Tweets